top of page
  • Immagine del redattoreImmobilsistem Real Estate

Come evitare le liti tra condomini

Spesso all’interno di un condominio insorgono liti e discussioni causate dalle più svariate questioni.


Per facilitare una corretta convivenza in condominio ed evitare problematiche tra vicini di casa, è nata una guida che costituisce una sorta di vademecum per vivere serenamente e in armonia con gli altri.



Una guida con diritti e doveri dei condomini

A 10 anni dall’entrata in vigore della legge di riforma della disciplina condominiale, lo scorso 19 aprile è stata presentata a Roma una guida dal titolo “Vivere in condominio – Casi e risposte pratiche”: si tratta di un documento realizzato dal Consiglio Nazionale del Notariato insieme ad Anaci, l’Associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari, e a 14 associazioni di consumatori.


Essa contiene una serie di indicazioni che riguardano diritti e doveri dei condomini e ha lo scopo di mettere a disposizione informazioni utili al riguardo.


In Italia, grazie al numero di presentazioni del modello 770, sono stati censiti più di 1.200.000 edifici formalmente costituiti in condominio, con 15 milioni di unità immobiliari a destinazione residenziale: di queste il 17% si trova in Lombardia, il 9,9% nel Lazio e l’8,4% in Campania.


Le istruzioni per evitare le liti tra vicini di casa

La guida contiene le regole basilari sulla vita in condominio riguardanti tutti gli aspetti e i problemi che si possono presentare.


In essa vengono affrontate questioni come il funzionamento dell’assemblea, la suddivisione delle spese, i compiti dell’amministratore, l’utilizzo delle parti comuni, corredate da esempi di casi concreti e risposte alle domande più frequenti.


Inoltre, viene spiegato in modo semplice tutto ciò che concerne la compravendita di un immobile posto in condominio, nella quale il notaio assume un ruolo importante nel contribuire a evitare l’insorgere di controversie, specie relativamente alla regolamentazione delle spese condominiali ordinarie e straordinarie tra venditore e acquirente, ma anche circa la verifica del regolamento di condominio che disciplina l’uso delle parti comuni, delle tabelle millesimali, o di eventuali controversie già in corso.


Tutto ciò in via cautelativa può concorrere a evitare problematiche future.


Secondo i dati del Ministero della Giustizia per l’anno 2022, sono diminuite del 5,4% rispetto al 2021 le cause condominiali in sede civile presso i Tribunali, che sono circa 500.000, e sono invece aumentate le controversie risolte in sede di mediazione.


Tali dati confermano l’importanza di prevenire, per quanto è possibile, le liti e i dissapori tra i condomini.

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page