top of page
  • Immagine del redattoreImmobilsistem Real Estate

Quanto dura un cappotto termico?

Il cappotto termico è uno strumento molto utile per garantire l’isolamento termico di una casa o di un palazzo condominiale e infatti negli ultimi anni, grazie anche al risparmio e ai vantaggi fiscali derivanti dai vari bonus, sono stati in molti a scegliere questa soluzione per innalzare la classe energetica della propria abitazione. In molti, però, si chiedono qual è la durata nel tempo di un cappotto termico.



Vediamo quindi quanto dura in media un cappotto termico e da cosa dipende la sua resistenza.


Che cos’è il cappotto termico?

Prima di approfondire la durata di un cappotto termico, scopriamo di che cosa si tratta e a cosa serve.


L’isolamento a cappotto è una modalità di isolamento termico di un edificio che serve a limitare la dispersione di calore dalle abitazioni o da altri tipi di immobili. Consiste in una serie di pannelli isolanti sulla superficie interna o esterna delle pareti perimetrali dell’edificio (nel primo caso si parla di cappotto interno, nel secondo di cappotto esterno). Questi pannelli fungono da barriera contro la dispersione del calore.


Quali sono i vantaggi del cappotto termico?

Tra i principali vantaggi del cappotto termico ricordiamo:

riduzione del fabbisogno energetico di un edificio con conseguente risparmio in bolletta;

miglioramento del comfort abitativo;

efficientamento energetico con conseguente innalzamento della classe energetica e aumento del valore dell’immobile.


Quanti anni dura un cappotto termico?

L’installazione di un cappotto termico è senz’altro vantaggiosa: come abbiamo appena visto, isola dal punto di vista termico le pareti esterne della costruzione e quindi permette di risparmiare sui costi del riscaldamento in inverno e del condizionamento in estate grazie all’uso di pannelli in materiale isolante.


La preoccupazione di molti riguarda però la sua durata negli anni, a fronte di un importante investimento economico iniziale per la sua realizzazione.


La durata media di un cappotto termico è stimata in circa 40-50 anni. Si tratta quindi di un investimento che garantisce dei benefici sul lungo termine.


A fronte di una grossa spesa iniziale, il cappotto termico permetterà per molto tempo un elevato comfort abitativo, il miglioramento della qualità dell’aria, l’isolamento termico, un notevole risparmio sui consumi e, non da ultimo, un maggiore valore dell’immobile.


Da cosa dipende la durata del cappotto termico?

La durata effettiva di un cappotto termico dipende da vari fattori.

In primis, dipende dai materiali che sono stati usati per realizzarlo: l’uso di materiali di alta qualità e certificati, nonostante il costo più elevato, rende il cappotto termico meno deperibile e più efficiente nel tempo.


In secondo luogo, la sua resistenza dipende anche dalla corretta posa in opera, perciò è importante affidarsi a ditte esperte e a professionisti del settore in grado di realizzare un intervento a regola d’arte, privo di errori di fissaggio e a norma di legge.


Infine, è importante la manutenzione, che va eseguita periodicamente, meglio una volta ogni due o tre anni, al fine di contrastare l’invecchiamento dei materiali e della struttura.

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Комментарии


bottom of page