• Immobilsistem Real Estate

Super Bonus: ecco le misure antifrode del governo

Dopo aver aver fatto luce sulle truffe dei bonus edilizi, il governo ha annunciato l’arrivo di modifiche attraverso un emendamento che potrebbe introdurre una sorta di tracciamento. Norme antitruffa, da un lato, e misure anti speculazione dall’altro saranno già operative dalla prossima settimana per consentire la ripartenza dell’operazione superbonus in maggior sicurezza.



Sono invece già in dirittura d’arrivo i nuovi tetti per i prezzi degli interventi del superbonus che potranno raggiungere un 20% in più rispetto a quelli precedenti dell’ecobonus, a causa dell’aumento delle materie prime. In attesa delle nuove regole, bisogna fare i conti con il calendario dei bonus che si è via via complicato.


Il sistema di tracciamento anti frode

L’obiettivo è far ripartire il mercato in modo più sicuro ed evitare che si ripetano le frodi record come quelle emerse di oltre 4 miliardi di euro di crediti sospetti su 38,4 miliardi di cessioni comunicate alle Entrate al 31 dicembre scorso. Per questo il ministro dell’economia Daniele Franco ha allo studio un sistema di tracciamento dei crediti d’imposta da abbinare allo sblocco selettivo delle cessioni successive alla prima e che consentirà di risalire a tutta la filiera. Uno strumento che andrà ad aggiungersi all’asseverazione, al visto di conformità sull’adeguatezza dei prezzi e al controllo preventivo dell’Agenzia delle Entrate.


Cessione del credito, si allargano le maglie

Mentre la norma attuale prevede una sola possibile cessione la nuova soglia mette in conto invece la possibilità di tre passaggi di mano, ma solo se questi avvengono attraverso canali certificati e sicuri come quelli bancari. Oltre al codice identificativo che accompagnerà le operazioni di cessione del credito è anche previsto un limite massimo di tre cessioni del credito se queste operazioni avvengono all’interno del sistema bancario.


Bonus, un calendario articolato In attesa che le nuove regole diventino operative, bisogna confrontarsi con un calendario dei bonus che è diventato man mano sempre più complicato.


Ecco le prossime scadenze:

  • 16 febbraio: data ultima per comunicare opzioni di cessione o sconto in fattura multiple;

  • 17 febbraio: data dalla quale parte il divieto di cessioni successive alla prima;

  • 6 marzo: entro questa data è possibile comunicare opzioni di cessione o sconto in fattura multiple per la nuova detrazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche;

  • 7 marzo: scatta il divieto di cessioni successive alla prima per la nuova detrazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche;

  • 7 aprile: termine per comunicare le opzioni relative alle spese 2021.

  • 30 giugno: data entro cui bisogna aver eseguito il 30% dell’intervento complessivo per ottenere la proroga del superbonus al 31 dicembre;

  • Termine di scadenza del sismabonus acquisti con il 110%;

  • 31 dicembre: scadenza del superbonus con proroga per unità monofamigliari o indipendenti: scadenza del bonus facciate e del bonus abbattimento barriere architettoniche al 75%.

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti