top of page
  • Immagine del redattoreImmobilsistem Real Estate

Compravendite immobiliari in calo nel primo trimestre 2024

L’ultimo Osservatorio del Mercato Immobiliare (OMI) dell’Agenzia delle Entrate segnala, per i primi tre mesi del 2024, una flessione generale delle compravendite immobiliari del 7,2% rispetto all’anno precedente. Sono quasi 155 mila le abitazioni compravendute, una differenza del -7,2% rispetto al primo trimestre 2023.


Approfondiamo insieme cosa emerge dall’analisi OMI.



Compravendite nelle grandi città

Il calo delle compravendite è stato più significativo al Nord e al Centro. Ad avere registrato una performance negativa sono soprattutto le principali 8 grandi città (con media -8,2%) , in particolare Milano (-13,2%) e Torino (10,2%).


Ecco la situazione negli altri grandi centri:

  • Roma: -6,9%

  • Napoli: -4,4%

  • Genova: -6,7%

  • Palermo: -5,7%

  • Bologna: -1,8%

  • Firenze: -5,9%


Trend opposto, invece, per l’acquisto della prima casa. Infatti, la quota delle persone fisiche che hanno utilizzato le agevolazioni fiscali sulla prima casa ammonta al 70% nei primi 23 mesi del 2024 (+5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente).


Per quanto riguarda gli acquisti con mutui ipotecari, restano inferiori al 40%, come nei sei mesi precedenti.


Il mercato delle locazioni

Le locazioni nel primo trimestre del 2024 ammontano a circa 230 mila, -1,8% rispetto ai primi tre mesi 2023.


In merito alla tipologia di contratti, sono cresciuti del 2,2% i contratti transitori, così come i contratti agevolati a studenti per case locate per intero (+1,2%) e per porzione (+13.7%).


Un focus particolare su Roma e Milano, le due grandi città italiane: nella Capitale, si è registrato un calo sia dei nuovi contratti di locazione (-8,2%) sia del canone annuo (-3.2%), a differenza della città meneghina, dove quest’ultimo è aumentato del 10%.


Prezzi delle abitazioni in Europa

Per quanto riguarda la situazione in Europa l’OMI segnala che, secondo i dati più recenti dell’EUROSTAT (Ufficio statistico dell’Unione europea) sui prezzi nominali delle abitazioni, nel quarto trimestre 2023 c’è stato un calo dell’1,1% area euro.


Con riferimento allo stesso periodo, in Italia, secondo l’ISTAT i prezzi delle casi hanno segnato un +1,8%.

0 commenti

Comments


bottom of page