top of page
  • Immagine del redattoreImmobilsistem Real Estate

Portico, porticato e pergolato: quali sono le differenze?

Ci sono alcune differenze sottili che riguardano alcuni edifici, come per esempio quelle riguardanti i termini portico e porticato.



Portico e porticato, le differenze

Il portico è una galleria all’aperto, collocato principalmente all’esterno e al pianoterra di un edificio, che può avere lo scopo di riparo o di semplice decoro.


Il porticato è un portico molto sviluppato in lunghezza.


Porticato e pergolato, serve il permesso per costruirli?

Una sentenza del TAR della Lombardia può aiutare a capire la differenza tra le due diverse strutture.


Un pergolato deve essere realizzato in una struttura leggera, deve essere facilmente amovibile e privo di fondamenta, deve servire da sostegno per piante rampicanti, e diventare un riparo all’ombra. Il pergolato inoltre deve essere aperto da tutti i lati e sormontato da un telo retraibile.


Il pergolato non è una nuova costruzione e quindi non ha bisogno di nessun permesso, non essendo un’opera inidonea ad alterare l’assetto urbanistico-edilizio che già esiste.


Serve invece per esigenze temporanee e di solito stagionali.


Il porticato invece è formato da una solida struttura fissata a terra, ha dimensioni abbastanza importanti, una copertura stabile non retraibile, e viene utilizzato per un tempo prolungato.


Il porticato viene coperto da una sezione non facilmente amovibile, ed è soggetto alle regole dettate per la realizzazione delle tettoie.


Questa struttura necessità quindi del permesso di costruire.

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page