top of page
  • Immagine del redattoreImmobilsistem Real Estate

Come sfiatare i termosifoni

Quando alcuni elementi del termosifone sono freddi o poco riscaldati, oppure quando si sentono gorgoglii o altri rumori inusuali, è molto probabile che al suo interno si siano formate delle bolle d’aria che non facciano circolare bene l’acqua nei suoi elementi.



Bisogna correre ai ripari con un fai-da-te semplice, sicuro e risolutivo. Questi rumori possono essere un segnale della presenza d’aria nelle tubature dei termosifoni che impedisce la distribuzione uniforme di acqua calda per il riscaldamento domestico.


Con molta probabilità, in presenza di questo problema, i termosifoni potrebbero essere caldi nella zona bassa, ma freddi nella parte superiore.


Cosa fare? Per riportare i termosifoni a scaldarsi in modo uniforme in tutti i suoi elementi, sarà opportuno sfiatarli.


Si tratta di un’operazione facile e sicura. È inoltre un intervento veloce: per ogni radiatore occorreranno solo 5 minuti per eseguire l’operazione.


Come e perché sfiatare i termosifoni con valvola in 7 passaggi

Ecco 7 veloci e semplici passaggi per sfiatare i termosifoni (in ghisa, verticali):

  1. Procurarsi l’occorrente: una chiave per svitare le valvole dei termosifoni, un secchio da posizionare sotto in modo da raccogliere l’acqua che fuoriesce e un panno per asciugare.

  2. Spegnere l’impianto di riscaldamento: ciò impedirà alla pompa di circolazione di azionare e muovere l’acqua di riscaldamento e l’aria attraverso i tubi.

  3. Aspettare che i caloriferi si raffreddino: dopo aver spento la caldaia, attendere per circa un’ora che i termosifoni si raffreddino, in modo di evitare di scottarsi in caso di fuoriuscita di acqua bollente o di vapore durante il processo di sfiatamento.

  4. Posizionare la chiave nella valvola di sfogo: la valvola solitamente è posizionata nella parte superiore del termosifone. È riconoscibile per la presenza di un piccolo foro rotondo. È consigliabile proteggere il muro con un panno, da eventuali spruzzi d’acqua.

  5. Aprire la valvola: girare lentamente la chiave per aprire la valvola in senso antiorario. Dovrebbe bastare un quarto o mezzo giro. Appena l’aria fuoriesce dal radiatore, si sentirà un sibilo. A quel punto, bisognerà fare attenzione a non aprirla più del dovuto, per limitare la quantità d’acqua che uscirà dal radiatore.

  6. Richiudere la valvola: lasciare uscire parte dell’acqua di riscaldamento prima di girare la chiave del radiatore in senso orario, per richiudere la valvola. Fare attenzione a non chiuderla in modo troppo stretto, per non danneggiarla.

  7. Accendere l’impianto di riscaldamento: dopo aver sfiatato i radiatori, riaccendere l’impianto di riscaldamento e controllare la pressione dell’acqua nel sistema, attraverso il manometro posto alla base della caldaia, che deve sempre segnare un valore compreso tra l’uno e il due per il corretto funzionamento dell’impianto.


Qualora il valore segnato sul manometro sia inferiore a uno, possiamo intervenire aprendo con cautela il rubinetto di carico dell’acqua, posizionato sempre sotto la caldaia, per riportare la lancetta al livello di sicurezza.


Come sfiatare i termosifoni senza valvola (riscaldamento centralizzato)

Quando i termosifoni sono senza valvola di sfiato, solitamente, siamo dinanzi a modelli di vecchia generazione.


Ma non tutti sanno che dovrebbe esistere un tappo collocato a destra o nella parte superiore del termosifone, che può essere utilizzato per lo sfiatamento.


Quando sfiatarli: primo o dopo l’accensione dei termosifoni?

Il suggerimento è di procedere con lo sfiatamento, quando e se si avvertono crepitii o altri rumori fastidiosi provenienti dai tubi. Dunque, subito dopo la prima accensione.

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Comments


bottom of page